News

Il mare è la nostra madre – L’adattamento a ecosistemi mutevoli

«Il mare è la nostra madre. Ci dona amore puro senza alcuna aspettativa di qualcosa in cambio. Ci nutre continuamente, anche se la maltrattiamo. Dobbiamo mostrarle più rispetto». Il nostro ospite oggi è Mehmet Can Görgün, un pescatore turco che lavora nel Golfo di Gökova, sul Mar Egeo, da oltre 40 anni. Focus della chiacchierata, la necessità di adattamento agli ecosistemi mutevoli.

Riciclo? Musica per le mie orecchie! – Scatta l’operazione ecologica

A Slow Fish 2019 scatta l'operazione ecologica! In un laboratorio spettacolo condotto da Ritmiciclando – Gli eroi della differenziata impariamo a far musica dalle discariche costruendo strumenti musicali con oggetti di recupero, e il valore dell'educazione ecologica e ambientale.

Segnali di fumo dalla costa irlandese, con Sally Barnes

Sally Barnes ritorna a Slow Fish nel 2019 come una delle nostre Regine dei mari, testimone di un'antica conoscenza che per secoli è stata parte della vita lungo la costa irlandese: l’affumicatura del pesce.

Guide Slow Fish – Slow Fish è Young! Incontri per le scuole e le famiglie

Un evento nel quale tutti sono invitati a scrivere un pezzo del futuro del mare e a mettere in atto i comportamenti virtuosi per preservarne le risorse non può non riservare una ricca parte del programma per i bambini e i ragazzi, quelli che di questo futuro dovranno scriverne il maggior numero di pagine. Dotiamoci quindi di pinne, occhiali e un pizzico di curiosità per vedere come il mare sia bene comune, grazie alle giovani generazioni.

Pino Cuttaia, il contadino del mare

La colonna sonora della mia chiacchierata con lo chef Pino Cuttaia è composta dal rumore di mestoli, sfrigolii e dai consigli che indirizza agli assistenti in cucina. «Cerco di essere un vero contadino del mare, rispettando tempi e la natura. Solo così si può tutelare una delle nostre risorse più preziose, sostenendo anche economicamente i pescatori».

I consumi di pesce in città – Cattive abitudini e buone pratiche

Buone pratiche nell’acquisto del pesce. Sì, ma quanto è facile in città? E quali sono i principali ostacoli che un consumatore urbano attento alla sostenibilità deve affrontare? L’Italia si colloca tra i paesi in cui i consumi individuali sono più elevati, ben oltre la media europea, e Milano è all’apice dei consumi, con 26 chili di pesce pro capite all’anno, con un grande impatto sulle risorse della pesca mondiale.

Karla Enciso

Alla scoperta della cucina dei Maya, con Karla Enciso

Mantenere vive le tradizioni è fondamentale tanto per la filosofia di Slow Food quanto per il lavoro di Karla Enciso. Karla non è semplicemente una cuoca: è un’esploratrice gastronomica. Dopo anni trascorsi nella zona delle Alpi francesi, è tornata in Messico dove ha intrapreso un viaggio nell’entroterra, alla ricerca delle tracce di un'antica civiltà la cui cultura culinaria è spesso trascurata: i Maya.

Affumicature dall’Alto Lazio – Intervista a Tiziana Favi

Tiziana Favi, cuoca dell'Alleanza Slow Food, ha trasformato la propria passione delle origini, il comunicare, facendone un qualcosa di diverso e profondo. «Non è sempre facile comunicare al cliente il senso di quello che facciamo, il valore di un lavoro di continua ricerca. Eppure, quando ci riusciamo, la soddisfazione è grandissima, e ci si sente ripagati di tutte le difficoltà che affrontiamo».

Guide Slow Fish – Appuntamenti con pizza, pani, pasticceria… e pesce dimenticato

La Fucina pizza e pane è una grande area didattica situata all’interno della Piazza delle Feste, e interamente dedicata ai maestri pizzaioli, pasticcieri e panificatori. Organizzata in partnership con Agugiaro&Figna Molini, si focalizza sul tema del pesce povero e su come questo possa essere rivalutato in abbinamento all’arte bianca.