La Cucina dell’Alleanza

Se la tua passione è la gastronomia e sei in cerca di nuove ricette di pesce, il posto giusto per te sono i 15 appuntamenti della Cucina dell’Alleanza di Slow Fish. Una sala con 40 posti per osservare da vicino i protagonisti dell’Alleanza Slow Food dei cuochi mentre preparano i loro piatti più rappresentativi utilizzando Presìdi Slow Food, o prodotti dell’Arca del Gusto, e il pescato del loro territorio.

Qualche esempio? Gli chef Pasquale e Luca Tarallo del Ristorante Paisà (Montecorice, Sa) stanno scaldando i fornelli per la zuppetta mediterranea di ceci di Cicerale con alici di menaica, entrambi Presìdi Slow Food. Danilo Antonio Vasta del Ristorante T-Porto (Muggia, Ts) ci fa abboccare con il cala-friùl: calamaro farcito al formadì frant, pan di sorc (entrambi Presìdi Slow Food) e timo marittimo, accompagnato da un bagnetto di fave e cipolla di Cavasso e della Val Cosa (Presidio Slow Food) brasata in aceto d’uva. Dall’Ecuador, Esteban Tapia porta l’encocado, un tipico esempio di contaminazione gastronomica, risultato dell’incontro fra le tradizioni locali e quelle africane, miscelando con sapienza le materie prime dell’Oceano Pacifico con il profumo degli agrumi, il dolce del cocco e il piccante del peperoncino.

Il tutto ovviamente in abbinamento ai bianchi, rossi e bollicine delle migliori cantine italiane che hanno aderito al Progetto Vino di Slow Food.

Dai menù di casa nostra, come quelli delle osterie di Albenga e Pompei, alle proposte più esotiche dei cuochi provenienti da Uganda ed Ecuador, passando per le raffinate ricette degli chef francesi e olandesi, i protagonisti della Cucina dell’Alleanza di Slow Fish fanno parte di una rete internazionale di oltre 700 cuochi di osterie, ristoranti, bistrot, cucine di strada. Il loro obiettivo? Sostenere i produttori di piccola scala custodi della biodiversità, impiegando ogni giorno nelle loro cucine i prodotti dei Presìdi, dell’Arca del Gusto e gli ortaggi, i frutti e i formaggi prodotti localmente.

La Cucina dell’Alleanza è realizzata grazie alla collaborazione di Miele e Arclinea, realtà che condividono con l’associazione Slow Food il rispetto per l’ambiente e per le materie prime, per il chi il cibo lo produce e trasforma.

Gli appuntamenti della Cucina dell’Alleanza sono in vendita su questo sito. Affrettati a prenotare il tuo preferito.

In collaborazione con

Official Partner: