News

Valorizzare il cibo per evitare lo spreco alimentare

Secondo la FAO, il 30% del pesce sulle nostre tavole viene buttato via. Ma il dato riguarda più che altro l'ultimo anello dell'intera filiera ittica, come abbiamo raccontato in questi giorni a Slow Fish.

Meduse à la carte

Il numero dei pesci nel mare cala vertiginosamente e l’idea di cibarsi di meduse e di alghe si fa sempre più concreta. Una scelta che avrebbe anche benefiche ricadute sull’ambiente marino.

Proiezioni di memoria – La Liguria di Luigi Taglienti

Ristorante Il Marin, Genova. Una terrazza affacciata sul Porto Antico e sulle colline di Genova. È lì che si svolge la nostra chiacchierata con Luigi Taglienti, executive chef del ristorante LUME di Milano.

Nuovi contaminanti minacciano i nostri mari: a che punto è la ricerca

Quante micro e nano plastiche ci sono in mare? E quali effetti hanno sulla catena alimentare? Da dove provengono e quali sono le soluzioni applicabili? Un gruppo di scienziati ha cercato di rispondere a queste domande durante Slow Fish in un ciclo di conferenze dedicato ai nuovi contaminanti dei mari. I numeri sono impressionanti. Secondo Legambiente il 96% dei rifiuti galleggianti in mare è composto da plastica (di cui il 16% sono buste) e l’89% della fauna marina rischia di ingerirla. Non stiamo parlando solo di tartarughe che scambiano borse di plastica per meduse, ma di detriti che con il passare del tempo e per effetto del calore diventano frammenti microscopici ed entrano a far parte della catena alimentare dei pesci. Frammenti di dimensione inferiore ai 5 mm le microplastiche a loro volta si frammentano in nanoplastiche, dalle dimensioni invisibili a occhio umano, e rilasciano in mare composti chimici tossici […]

Un pezzo di Caraibi al Porto Antico

Messico, Colombia, Barbados, Honduras, Costa Rica. La delegazione internazionale più ampia di Slow Fish 2017 è caraibica e rappresenta un progetto recentemente avviato da Slow Food e finanziato dall’Unione europea.

Gusti locali, mercati globali – Presentato a Slow Fish il nuovo report di Wwf

Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce all’anno (33,4 chili pro capite contro i 19,2 chili consumati in media a livello globale). Di questi, 2,75 milioni di tonnellate sono pescati localmente, i restanti 5 milioni sono prodotti di importazione.

Non è la solita mensa!

  Dalla Liguria alla Toscana alle Marche: le storie di successo di chi ha introdotto pesce fresco e locale nella refezione scolastica dimostrano che la sostenibilità può creare un circolo virtuoso A Torino si è parlato per mesi del braccio di ferro tra scuole e famiglie sui pranzi preparati a casa, a Roma della polemica sulla proposta di introdurre menù vegetariani e vegani in mensa. Come spesso accade, gli scontri e i dibattiti alla moda attirano l’attenzione più delle storie di chi ci dimostra come sia possibile assicurare una ristorazione scolastica davvero buona, pulita e giusta, coinvolgendo tutte le parti in causa: comuni, scuole, famiglie, bambini e produttori. La rete siamo noi è il motto di questa edizione di Slow Fish e da chi si mette in rete nei diversi territori arrivano esempi vincenti. Proprio a pochi chilometri da Genova, dove è in corso la manifestazione di Slow Food e […]

Tra luppoli e tradizione

Ogni birra ha una sua storia. E Quality Beer Academy è a Slow Fish per raccontarcela. In questo percorso all’interno della cultura tedesca i BeerSommelier di QBA ci accompagnano a scoprire quattro birre diverse per gusto e per tradizione, attivando tutti i nostri sensi e regalandoci aneddoti interessantissimi. Il profumo è quello del luppolo e il gusto quello inconfondibile di una birra. Però l’unicità della Clausthaler è il fatto di essere… analcolica. Detto così suona strano, ma la luppolatura a freddo conferisce a questa birra non filtrata un gusto eccellente. In 40 anni di storia nessun’altra birra tedesca ha conseguito così tanti riconoscimenti, tanto che oggi nei paesi di lingua tedesca Clausthaler vale come sinonimo di birra analcolica. La DAB è una birra che si avvicina a quella convenzionale bevuta nei pub più comuni. Ma la sua autenticità sta nell’ispirarsi alla tradizione: nel 1868 a Dortmund viene creata una birra […]