Tra luppoli e tradizione

Ogni birra ha una sua storia. E Quality Beer Academy è a Slow Fish per raccontarcela. In questo percorso all’interno della cultura tedesca i BeerSommelier di QBA ci accompagnano a scoprire quattro birre diverse per gusto e per tradizione, attivando tutti i nostri sensi e regalandoci aneddoti interessantissimi.

Il profumo è quello del luppolo e il gusto quello inconfondibile di una birra. Però l’unicità della Clausthaler è il fatto di essere… analcolica. Detto così suona strano, ma la luppolatura a freddo conferisce a questa birra non filtrata un gusto eccellente. In 40 anni di storia nessun’altra birra tedesca ha conseguito così tanti riconoscimenti, tanto che oggi nei paesi di lingua tedesca Clausthaler vale come sinonimo di birra analcolica.

La DAB è una birra che si avvicina a quella convenzionale bevuta nei pub più comuni. Ma la sua autenticità sta nell’ispirarsi alla tradizione: nel 1868 a Dortmund viene creata una birra a bassa fermentazione, fatta per essere esportata più facilmente. Nasceva la Dortmunder Actien Brauerei e con lei lo stile Dortmunder Export: una birra che diventerà il simbolo della cultura tedesca della birra in tutto il mondo.

Solo la birra prodotta a Colonia può essere denominata Kölsch. Per questo motivo la Colonia Braufactum può dirsi una Tradizionale Renana che si ispira al periodo antecedente la seconda guerra mondiale, quando si utilizzava una gran quantità di luppolo per conservare meglio la birra. Questa Colonia è di un amaro spiccato e ha un aroma decisamente particolare.

La leggenda vuole che la birra dovesse essere prodotta tra le ricorrenze dei santi San Michele (29 settembre) e San Giorgio (24 Aprile), i due protettori contro i lieviti cattivi. La Märzus veniva fatta con l’ultimo malto d’orzo dell’anno e bevuta per festeggiare quello nuovo. È a questa ricorrenza che si ispira il più famoso Oktoberfest (sebbene con un altro tipo di birra!). Il malto caramellato conferisce alla birra un tipico colore ambrato e un aroma intenso.

Maurizio Bongioanni
m.bongioanni@slowfood.it

Official Partner: