09 Maggio

Il mare: bene comune – Conferenza inaugurale di Slow Fish 2019

Porto Antico-Caricamento

Il mare è fonte di cibo e di risorse naturali, ci regala bellezza, costituisce una via di trasporto e una fonte di energia, immagazzina CO2 e restituisce ossigeno, offre a molti opportunità di lavoro e benessere.

Garantisce la sopravvivenza stessa del genere umano su questo pianeta. Gli ecosistemi marini e la società umana sono intimamente connessi. Eppure, spesso, in cambio dei beni materiali e immateriali che il mare ci offre, non gli restituiamo nulla. Le attività umane, con il consumo crescente di combustibili fossili, hanno determinato il cambiamento climatico, che sta avendo conseguenze negative sulla biodiversità e il funzionamento degli oceani; le acque marine sono infestate da plastiche e microplastiche e contaminate da numerose sostanze chimiche tossiche che si accumulano nei pesci che mangiamo; abbiamo cementificato la fascia costiera e danneggiato gran parte degli habitat naturali; abbiamo pescato più di quanto potessimo permetterci, rendendo alcune specie di pesce gravemente minacciate, o estinte. È tempo di cambiare rotta.

Introduce
Massimo Bernacchini, Comitato esecutivo di Slow Food Italia

Saluti
Marco Bucci, Sindaco della Città di Genova

Relazioni

  • Roberto Danovaro, presidente della Stazione Zoologica Anton Dohrn
  • Paola Del Negro, direttore generale dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale

Modera
Silvio Greco, presidente del Comitato scientifico di Slow Fish

Conclusioni

  • Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria
  • Carlo Petrini, presidente di Slow Food

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

09 Maggio

10:30 - 12:00

Stand:
Palazzo San Giorgio | Sala del Capitano