Giovedì 1° giugno: diamo inizio alle danze!

31 Maggio 2023

Domani, giovedi 1° giugno, al Porto Antico di Genova tagliamo il nastro dell’edizione di Slow Fish 2023 Coast to Coast. Il calendario dei quattro giorni è davvero molto ricco tra degustazioni, show cooking, conferenze, aperitivi e giochi per i più piccoli. Non perdetevi i nostri highlights che vi guideranno, giorno per giorno, da domani a domenica, tra gli appuntamenti da non perdere. Intanto, tuffiamoci nell’inaugurazione!

Il primo giorno di Slow Fish inizia giovedì con incontri ad hoc per assaporare l’essenza delle interconnessioni tra terra e mare, il tema cardine dell’edizione di quest’anno. Approfondiamo le grandi opportunità della piccola pesca artigianale di una regione a noi molto cara, viaggiamo con le papille tra acciughe e ciuppin, concludendo la giornata con la presentazione del libro di una green influencer e una cena che vi porta sulle stelle….

Il mattino ha l’oro in bocca

Di Mare in Terra… Stand Pastificio Di Martino, Piazza Caricamento, ore 11:00

La giornata di domani non potrebbe iniziare meglio di così, con una degustazione che unisce il verde dei pascoli e l’azzurro del mare, o meglio la toma di pecora brigasca e il gambero di Oneglia. Partecipando a “In cucina con Slow Food”, insieme ad Andrea Dalpiaz, cuoco del Ristorante La Quercia di Imperia, ci cimentiamo nella preparazione di un abbinamento insolito scoprendo la gastronomia ligure e le tradizioni locali. Un corso a tutto tondo dove i partecipanti possono approfondire origine, storia ed ecologia dei piatti proposti. Un’occasione per conoscere a fondo materie prime e ingredienti, veri punti di forza di ogni cuoco in cucina. Alla lezione Di mare in terra… La pecora brigasca incontra il gambero di Oneglia si cucinano e degustano le Tofette, del Pastificio Di Martino, cacio e pepe di toma di pecora brigasca, gambero rosa di Oneglia marinato al finocchietto e limone, barbecue leggero e carapace croccante.

La Puglia a Slow Fish… Stand Regione Puglia, Piazza Caricamento, dalle 13:30 fino alle 22:00

In tarda mattinata abbiamo appuntamento con una regione amata da tutti.. la nostra Puglia, che ci accompagna tutti i quattro giorni di Fish con importanti dialoghi, deliziose degustazioni e cene consapevoli. I pescatori delle piccole marinerie pugliesi mettono sul piatto di Slow Fish delicate questioni riguardo le minacce alla biodiversità marina. Inoltre, ci spiegano come i parchi costieri e marini pugliesi stanno muovendo importanti azioni d’intervento. In La Puglia a Slow Fish #1 – Dialoghi sul mare e degustazioni di prodotti della pesca artigianale, il Presidio della piccola pesca di Porto Cesareo si fa portatore dei valori delle pratiche di pesca tradizionali, di conoscenza storica ed ecologica. Scopri le squisite proposte dei pescatori dello Jonio e del Salento, non ve ne pentirete!

Buon appetito!

Pesci in viaggio: le acciughe in scabeccio e il brandacujun… Sala Reale Mutua, Calata Falcone e Borsellino, ore 13:00

Si sono fatte le 13:00, è ora di spostarsi alla Sala Reale Mutua: il punto di partenza di un bellissimo viaggio alla scoperta delle diverse variazioni di acciughe e merluzzo nell’entroterra ligure. Nonostante la cucina della regione che ci ospita sia ancora prevalentemente una cucina di terra, la storica osteria La Brinca dimostra come, i pesci da conserva che, da innumerevoli anni dal mare si spostano – sotto sale o essiccati – nell’entroterra, possano trasformarsi in preparazioni deliziose. Simone Circella, il cuoco dell’osteria, ci porpone una degustazione di brandacujun e acciughe in scabeccio al Laboratorio del Gusto Pesci in viaggio: variazioni di acciughe e merluzzo nell’entroterra.

Sarde ripiene e San Pietro Tonic… Area Show Cooking Masaf, Calata Falcone e Borsellino, ore 13:15

Se invece volete conoscere i giovani studenti dell’Istituto Alberghiero Giancardi Galilei Aicardi e farvi preparare da loro un ottimo cocktail al sapore di mare, passate a trovarli durante la degustazione Le sarde ripiene e il San Pietro Tonic. Con l’ambizioso obiettivo di recuperare le antiche ricette della tradizione ligure per riscriverle con inchiostro moderno, il progetto della Fabbrica delle De.Co (i prodotti a Denominazione Comunale di Origine) ci propone una combo singolare e fresca. Partecipa alla preparazione delle sarde ripiene di tuma in abbinamento al San Pietro Tonic, composto dall’Amaro Tosolino, l’erba di San Pietro, zucchero e acqua tonica.

Merenda con il bagnun… Area Show Cooking Masaf, Calata Falcone e Borsellino, ore 16:00

A metà pomeriggio ci intrufoliamo in una pausa tra i pescatori al lavoro, su una barca che naviga in mare aperto, per degustare una specialità della riviera di Levante. Luca Satta, cuoco del Bistrot Rollipop, riprendere una ricetta tradizionale ligure risalente al 1800. Alla degustazione Il bagnun, una tradizione ligure, assaggiamo un piatto comune tra i pescatori realizzato utilizzando due prodotti tipici della marineria ligure: le acciughe e le gallette del marinaio, il pane dei naviganti.

Verso sera…

Parla Sostenibile… Casa Slow Food, Calata Falcone e Borsellino, ore 18:30

Il sole si prepara al tramonto ed è il momento di mettersi comodi. In Casa Slow Food ospitiamo Silvia Moroni che “Parla Sostenibile” non solo sui canali social – i suoi cavalli di battaglia – ma anche attraverso un libro imperdibile, recentemente pubblicato da Slow Food Editore. Parla Sostenibile: il nuovo libro della Green Influencer Silvia Moronisi fa portatore di un nuovo linguaggio, un racconto pratico e illuminante sulla sostenbilità e le sue declinazioni quotidiane. Silvia Moroni, green content creator ed esperta di sostenibilità, diffonde il Verbo Green con il suo fare ironico e brillante che la contraddistingue. Parlare con lei è un piacere, venite a conoscerla! A dialogare con lei Barbara Nappini, presidente di Slow Food Italia.

L’anima di Ischia… Bistrot Rollipop, Centro Storico di Genova, ore 20:30

La pancia inizia a brontolare, guardiamo l’orologio e sono già le 20:30… ecco perché! Dove andiamo? Noi un’idea ce l’abbiamo: raggiungiamo il Bistrot Rollipop, dove lo chef stellato Pasquale Palamaro racconta l’anima dell’Isola di Ischia attraverso la sua cucina. Prevalentemente marinara, la sua idea gastronomica è caratterizzata da piatti preparati con i prodotti del Golfo di Napoli – dal pesce alle verdure, molte delle quali provenienti dall’orto privato di Pasquale –, mantenendo vive le tradizioni del posto e il legame con il territorio. Scopri il menù dello chef Pasquale Palamaro: l’anima di Ischia attraverso la cucina e prenota il tuo tavolo.

Tutto questo è solo un piccolo assaggio della prima giornata di Slow Fish, non male vero? Munitevi di curiosità e voglia di scoprire i sapori autentici del Mar Ligure, vieni a tagliare il nastro con noi. Ci vediamo domani a Porto Antico a partire dalle ore 10:00!

di redazione, info.eventi@slowfood.it

Organizzato da Slow Food e Regione Liguria con il patrocinio della Città di Genova, Slow Fish 2023 è a Porto Antico, Genova, dall’1 al 4 giugno. Iscriviti alla newsletter di Slow Food per essere informato su tutte le novità. #SlowFish2023

Skip to content