I cuochi

I cuochi sono da sempre fra gli attori  principali dei progetti e degli eventi Slow Food. Chef stellati e cuochi sapienti, baluardi della storia gastronomica di un paese o di una città, geniali sperimentatori di tecniche culinarie innovative o fedeli adepti delle tradizioni di ogni angolo del mondo.

Divulgatori che usano testa e mani, attraverso una ricetta i cuochi raccontano territori, sistemi di produzione, culture che ci appartengono o che ci portano altrove, in luoghi poco conosciuti.

Anche a Slow Fish i cuochi non mancano, interpretando a 360 gradi il loro ruolo di educatori, divulgatori, ponti fra i pescatori e i consumatori, con le loro molte chiavi di lettura del mare e del mondo ittico.

  • Nelle cucine del ristorante Il Marin di Eataly gravitano i grandi nomi della ristorazione internazionale che nei classici Appuntamenti a Tavola offrono le interpretazioni più raffinate e creative della cucina di pesce. Tre gli stellati italiani che danno lustro alla nostra tavola – Moreno Cedroni, Pino Cuttaia e Gianfranco Pascucci – e interessanti presenze internazionali, come gli chef latinoamericani Karla Enciso e Daniel Maldonado.
  • Sempre da Eataly, nel nuovo bistrot Ancioa, si alternano invece i cuochi delle Osterie d’Italia e dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi con proposte regionali e internazionali alla portata di tutte le tasche. Tra i primi ad aver accettato l’invito, Gennaro d’Ignazio dell’osteria Vecchia Marina di Roseto degli Abruzzi, che porta a Genova alcune delle specialità della casa, e poi ancora Vittorio Fusari e le sudafricane Loubie Rusch e Jade de Waal.
  • Nella Cucina dell’Alleanza schieriamo cuoche e cuochi che partecipano a una delle reti più attive di Slow Food. L’Alleanza Slow Food dei cuochi è una rete concretamente impegnata nella salvaguardia della biodiversità alimentare di tutto il mondo. Oltre 700 cuochi di osterie, ristoranti, bistrot, cucine di strada sostengono i piccoli produttori custodi della biodiversità, impiegando ogni giorno nelle loro cucine i prodotti dei Presìdi, dell’Arca del Gusto e gli ortaggi, i frutti, i formaggi, prodotti localmente. Tra tutti, facciamo i nomi di Caroline Rye, cuoca e autrice del blog The Urban Fishwife, dove ogni settimana racconta una specie di pesce e offre preziose indicazioni su come cucinarla.
  • Altri cuochi si alternano invece ai fornelli della Cucina del Mercato, dove ogni giorno si possono gustare preparazioni veloci e diverse, raccontandone la storia e le peculiarità; o, ancora, portano le proprie esperienze nella Slow Fish Arena, perché spesso i cuochi sono capofila di esperienze legate all’innovazione e alla sostenibilità.