La Liguria protagonista di Slow Fish 2021

01 Luglio 2021

Un mese di appuntamenti su tutto il territorio e quattro giorni da vivere in presenza con i pescatori dei Flag liguri e presso lo stand istituzionale di Regione Liguria.

Liguria protagonista di Slow Fish 2021 con eventi diffusi su tutto il territorio regionale a partire dal 3 giugno. Da Levante a Ponente il territorio regionale si è infatti animato di eventi fisici diffusi, organizzati in collaborazione con la rete territoriale di Slow Food Liguria.

Ecco allora che i cuochi della Liguria hanno proposto piatti ad hoc legati alla campagna Slow Fish, i produttori dei Presìdi Slow Food liguri hanno aperto le porte delle loro aziende ai visitatori nell’ultimo week-end di giugno, sabato 26 e domenica 27; mentre il sistema turistico regionale ha arricchito il programma con tour guidati nei borghi, visite nelle città, a partire da Genova, e due mostre imperdibili allestite da Palazzo Ducale e Fondazione per la cultura.

La Liguria a Slow Fish dal 1° al 4 luglio

pescatori

Dall’1 al 4 luglio Genova prende i colori di Slow Fish e racconta la Liguria in piazza De Ferrari e in piazza Caricamento. 

La prima ospita infatti lo spazio istituzionale della Regione, una sorta di hub che ha il duopolio e compito di rappresentare i valori della Liguria e insieme indirizzare i visitatori nei percorsi previsti in città. La parte espositiva si tramuta così in uno spazio reale e immaginario insieme, realizzato anche grazie alla collaborazione con Disney Pixar in occasione del lancio del film Luca. L’area rappresenta l’insieme di tre vocazioni liguri: il borgo, la campagna e il mare. Uno spazio unico e insieme tripartito in cui la tipica piazzetta ligure si tramuta nella campagna dei muretti a secco, degli ulivi e della vite (grazie alla collaborazione con l’Istituto Marsano di Genova) per poi sprofondarsi nel mare. Un grande schermo si incarica di raccontare il mix unico e inimitabile della Liguria dando anche gli elementi evocativi legati all’attività della pesca, dell’agricoltura, dell’artigianato e della cucina. Su uno dei lati esterni, un punto informativo mette a disposizione dei visitatori una serie di opportunità legate alla collaborazione di diverse associazioni, quali l’esperienza degli Artigiani di Liguria, le visite nelle botteghe storiche di Genova, i menù, le prelibatezze e i laboratori di Liguria Gourmet, le degustazioni e le tecniche dei pescatori liguri. Un’esperienza completa di una regione che proprio nel mare trova il compimento della sua economia e della sua stessa natura.

Il Porto Antico invece è la casa dei Flag Gac Liguri. Tutti i giorni – soprattutto nella fascia oraria serale – lo stand in Piazza Caricamento (ecco qui il programma) si anima di laboratori, talk e dimostrazioni che accendono i riflettori sul mondo del pesce e della pesca in Liguria. Protagonisti sono proprio i pescatori, in un racconto continuo animato da degustazioni e approfondimento su un mestiere centrale per la salute del mare. Dalle ostriche spezzine alle zuppe di pesce, dalla salagione delle acciughe alla frittura, dal pesce povero al gambero rosso, dai ravioli di pesce al crudo… e molto altro.