La Sardegna a Slow Fish

31 Maggio 2023

Il suo debutto a Slow Fish è quest’anno, ed è un debutto pieno di sorprese. Stiamo parlando della Sardegna che nel suo spazio in Area Mandraccio porta riflessioni, progetti e degustazioni sul meglio della biodiversità ittica regionale – e non solo.

Un’occasione per esplorare il mare e le coste sarde sotto una lente diversa, guidati da esperti che ben li conoscono e possono offrire punti di vista originali.

La Sardegna a Slow Fish porta anche un’importante riflessione dedicata al FEAMPA e la Priorità 3, interrogandosi su come consentire un’economia blu sostenibile nelle aree costiere, insulari e interne e promuovere lo sviluppo di comunità della pesca e dell’acquacoltura.

Vi aspettiamo, se lo volete, il 2 giugno alle 11:00. Ma vediamo insieme il programma delle quattro giornate.

1° giugno – La giornata dell’ostrica – dalle 16:00

Una delle eccellenze ittiche sarde sono le ostriche concave (Crassostrea gigas), allevate in impianti di stabulazione a nord della regione. Delle pratiche di allevamento si discute in un incontro specifico, ma non mancano occasioni per degustarle, abbinate ad altri due prodotti di eccellenza isolani: la Vernaccia di Oristano e il Vermentino di Gallura. Un’altra interessante occasione di approfondimento è data dall’incontro “Aggiungi un pesce a tavola”, una riflessione su come valorizzare al meglio il prodotto ittico.

2 giugno – Il Focus sui pescatori e le Aree Marine Protette, e gli approfondimenti sull’anguilla – dalle 11:00

La tavola rotonda su FEAMPA e Priorità 3 prevede un focus importante su come mettere in atto maggiori sinergie tra pescatori e aree marine protette per una pesca sostenibile. Sul fronte della conoscenza delle diverse specie ittiche vi invitiamo invece a partecipare ai diversi approfondimenti – e degustazioni – dedicati all’anguilla, la cui pesca è attestata in Sardegna fin dall’epoca medievale. Se ne parla in un incontro volto a mostrare come ricercatori e pescatori possano collaborare a una gestione sostenibile di questa risorsa e grazie alla presentazione di una pubblicazione divulgativa, intitolata appunto L’anguilla in Sardegna una risorsa da scoprire e da proteggere.

C’è anche occasione di degustarla, affumicata, in abbinamento al Carignano del Sulcis. Un altro sapore marino da scoprire è quello del sale del Sulcis, che scopriamo in un’insalata di pistoccu – il tipico pane dell’Ogliastra – pomodori e capperi di Selargius. C’è anche uno show cooking che vede protagonista lo chef Anuelo Serra… non perdetelo!

3 giugno – Ostriche, vongole veraci e bottarga – dalle 11:00

Ricchissimo di incontri e degustazioni a tema il sabato della Sardegna a Slow Fish. Delle ostriche abbiamo già detto sopra. Torniamo a degustarle in questa giornata, in cui altri laboratori sono dedicati a un’altra eccellenza isolana: la bottarga di Muggine di Cabras, che abbiniamo alla Vernaccia di Oristano. Un laboratorio curioso è dedicato infine agli “Amici e falsi amici della bottarga”, che sperimentiamo in abbinamento agli oli extravergini del Presidio Slow Food degli olivi secolari.

Negli incontri tematici diamo spazio a molti argomenti: l’acquacoltura, l’ostricoltura, la pesca artigianale nel nord della Sardegna, e l’allevamento della vongola verace mediterranea (Ruditapes decussatus).

4 giugno – Di polpi, di seppie, di anguille e bottarghe

Per la chiusura del 4 giugno, allo stand della Sardegna si discute di strategie gestionali per la conservazione del polpo comune (Octopus vulgaris) e della seppia (Sepia officinalis) e di nuovi sistemi produttivi sostenibili per la bottarga di muggine. Nelle degustazioni ritroviamo la bottarga di muggine di Cabras in abbinamento alla Vernaccia di Oristano e l’anguilla affumicata con il Carignano del Sulcis.

Vi aspettiamo in visita allo stand della Sardegna, insomma, perché il suo debutto è una bellissima promessa!

di redazione, info.eventi@slowfood.it

Organizzato da Slow Food e Regione Liguria con il patrocinio della Città di Genova, Slow Fish 2023 è a Porto Antico, Genova, dall’1 al 4 giugno. Iscriviti alla newsletter di Slow Food per essere informato su tutte le novità. #SlowFish2023

Skip to content