Di seguito, pubblichiamo il piano anticontagio di Slow Fish 2021. Ti ricordiamo alcune norme base da rispettare, per la sicurezza tua e di tutti.

  • mantieni la distanza interpersonale di almeno 1 metro
  • porta sempre con te la mascherina, e indossala se obbligatoria
  • se non puoi rispettare il distanziamento o se devi entrare in luogo chiuso igienizza spesso le mani con sapone o gel a base alcolica
  • potrai essere sottoposto a controllo della temperatura, con segnalazionealle autorità sanitarie in caso di temperatura superiore ai 37,5°C
  • inquadra il QR Code per avere eventuali aggiornamenti in merito alle procedure anti contagio

Riferimento D.L. 65_18 Maggio 2021

Art.1 limiti orari agli spostamenti

punto 5
nelle zone bianche non si applicano i limiti orari agli spostamenti di cui al presente articolo.

Riferimento “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali”

Salvo indicazioni differenti, vengono utilizzate come regole di “base” le modalità richieste dalle autorità competenti, in riferimento a quanto previsto dalle “Linee Guida per la ripresa delle attività economiche e sociali del 28 maggio 2021”.

Organizzazione generale

Per quanto concerne l’organizzazione generale dell’evento, vengono previste 3 aree di manifestazione, in luogo del solo “Porto Antico” realizzato nelle scorse edizioni. Questo permette una regolamentazione dei flussi per evitare numeri eccessivi di persone in relazione agli spazi.

In ogni caso viene previsto personale dedicato al controllo delle aree di manifestazione, che funga anche da elemento di richiamo in caso di rischio di assembramento.

Le diverse aree, oltre a quanto previsto a titolo generale per gli eventi, dalle Linee Guida 28 maggio 2021, dovranno tener conto di quanto previsto in maniera specifica dalle stesse linee guida in riferimento alle singole attività (a titolo di esempio: attività di ristorazione, attività convegnistiche, ecc…).

Personale Slow Food Staff

Il riferimento per quanto concerne il personale degli Enti Slow Food presente negli eventi è il DVR, che contiene al suo interno quale allegato il protocollo anti contagio. Salvo questioni particolarmente specifiche, non vi sono ulteriori accorgimenti. L’organizzazione attuerà tutte le precauzioni affinché vengano garantite le singole attività in piena sicurezza.

Verrà garantita per ogni dipendente:

  • la fornitura di dispositivi di protezione personale;
  • la possibilità di effettuare turni in solitaria per i pasti;
  • eventuali spostamenti in auto come da protocollo aziendale o con mezzi pubblici;
  • eventuale montaggio di divisori per i punti desk maggiormente frequentati;
  • ospitalità alberghiera in camera singola (salvo casi specifici approvati dal Datore di Lavoro)

Il personale coinvolto partecipa all’organizzazione dell’evento dichiarando il buono stato di salute e la mancanza di contatti con contagiati di Coronavirus negli ultimi 14 giorni. Il personale potrà essere sottoposto a controllo della temperatura corporea con obbligo di rientro al proprio domicilio in caso di temperatura oltre i 37,5°C. Ogni dipendente dovrà, in ogni caso, avvertire il Datore di Lavoro in caso di presenza di sintomi influenzali. Il personale coinvolto nell’evento potrà informare il Datore di Lavoro sul possesso della Certificazione verde.

Fornitori esterni

Tutti i fornitori, sia per quanto concerne la fase di allestimento, che di evento, che di disallestimento sono tenuti a fornire il registro con i dati anagrafici giornaliero dei dipendenti impegnati nelle attività. Tale registro verrà conservato dall’organizzazione per almeno 14 giorni dalla chiusura dell’evento e reso disponibile all’Azienda Sanitaria Locale qualora richiesto.

Alle aziende fornitrici, inoltre, verrà richiesto di procedere alla raccolta di autocertificazione del personale impegnato, che attesti il buono stato di salute e la mancanza di contatti con contagiati di Coronavirus negli ultimi 14 giorni. Tutti i lavoratori dovranno essere dotati, oltre che di DPI, di mascherina (di tipo chirurgico o FPP2).

Spazi e aree di evento

Per l’accesso alle aree di evento, siano esse all’aperto o al chiuso, fanno riferimento le indicazioni previste dalle autorità competenti in materia, sia per quanto concerne l’utilizzo di dispositivi di protezione personale (comprese le cd “mascherine di comunità” autorizzate per le zone bianche), sia per i numeri di persone previste nelle singole aree.

Ogni singolo espositore, sia esso privato o riferimento di amministrazione pubblica, è responsabile del rispetto delle regole previste dalle linee guida. A titolo di esempio, qualora l’area preveda l’ingresso di pubblico, è a cura del singolo espositore mettere in atto le misure previste dalle Linee Guida, come il controllo della presenza di dispositivi di protezione personale, la presenza di gel igienizzante a disposizione del pubblico, l’eventuale misurazione della temperatura corporea (ed il divieto di accesso per chi abbia temperatura corporea al di sopra di 37,5°), attuare meccanismi di distanziamento tra le sedute di almeno 1 m sia lateralmente che frontalmente. Inoltre, in caso di utilizzo di attrezzature, vanno garantite le igienizzazioni ad ogni utilizzo.

Qualora l’area preveda attività di ristorazione, va garantito il rispetto di quanto previsto dalle Linee Guida del 28 Maggio 2021 – Ristorazione e cerimonie:

  • distanziamento dei tavoli e delle sedute (almeno 1 m)
  • arieggiamento degli spazi
  • utilizzo delle mascherine da parte del personale e frequente igiene delle mani
  • utilizzo delle mascherine da parte dei visitatori fino al momento della seduta
  • assicurare pulizia e disinfezione delle superfici dopo ogni utilizzo
  • registro dei partecipanti da tenere per almeno 14 giorni

Per l’eventuale servizio d’asporto, si raccomandano comunicazioni chiare che vietino il consumo nei pressi dello stand o della postazione di servizio.

Per le aree che prevedano attività di tipo convegnistico è opportuno il rispetto di quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 Congressi e Spettacoli dal vivo:

  • predisporre una adeguata informazione sulle misure da adottare;
  • controllo della presenza di dispositivi di protezione personale;
  • presenza di gel igienizzante a disposizione del pubblico;
  • l’eventuale misurazione della temperatura corporea (ed il divieto di non accesso per chi abbia temperatura corporea al di sopra di 37,5°);
  • attuare meccanismi di distanziamento tra le sedute di almeno 1 m sia lateralmente che frontalmente;
  • accesso all’area che eviti momenti di assembramento;
  • assicurare pulizia e disinfezione delle aree dopo ogni utilizzo.
  • Inoltre, in caso di utilizzo di attrezzature, vanno garantite le igienizzazioni ad ogni utilizzo.

Slow Food, in qualità di organizzatore ricorderà tali impegni agli espositori e verificherà la presenza di quanto previsto in termini di “attrezzature obbligatorie anti contagio” e comunicazioni.

Luoghi dell’evento

Sono individuate tre aree principali di evento:

  • piazza Caricamento
  • piazza Matteotti e De Ferrari
  • piazza della Vittoria

Ogni area prevede modalità diverse di attuazione del piano di sicurezza “anti contagio” in virtù delle specifiche intrinseche della location e delle modalità di partecipazione.

In tutte le aree di manifestazione si prevede la predisposizione di informazioni mediante cartelli che indichino per i luoghi dell’evento:

  • mantieni la distanza interpersonale di almeno 1 metro
  • porta sempre con te la mascherina, e indossala se obbligatoria
  • se non puoi rispettare il distanziamento o se devi entrare in luogo chiuso igienizza spesso le mani con sapone o gel a base alcolica
  • potrai essere sottoposto a controllo della temperatura, con segnalazione
  • alle autorità sanitarie in caso di temperatura superiore ai 37,5°C
  • inquadra il QRCode per avere eventuali aggiornamenti in merito alle procedure !anti contagio

Si prevede inoltre:

  • La dislocazione di dispenser di gel igienizzante mani a base alcolica
  • Il controllo della temperatura per l’ingresso in tutte le aree al chiuso (o paragonabili), la registrazione dei dati personali e il mantenimento (in modo riservato) degli stessi a disposizione delle autorità sanitarie per 14 giorni successivi all’evento.
Piazza Caricamento

In riferimento a quanto previsto dal piano di sicurezza, si evidenzia che la conformazione dell’area rimanda a quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 Fiere e sagre locali.

Come anticipato viene prevista un’adeguata informazione sulle misure di prevenzione sia mediante l’ausilio di segnaletica, sia attraverso personale addetto allo scopo. Le presenze in contemporanea, come da piano, sono previste in un numero non superiore alle 500 persone.

Il personale addetto sarà dotato di strumenti per la misurazione della temperatura corporea e potrà, quindi, procedere alla misurazione della stessa, segnalando al personale sanitario eventuali soggetti con temperatura superiore a 37,5°C.

Vengono predisposti dispenser per l’igienizzazione delle mani attraverso gel a base alcolica.

Non sarà possibile prevedere vendita o somministrazione con prodotti a scelta autonoma da parte del cliente; il servizio dovrà essere sempre effettuato da personale incaricato. Le aree che prevedono posti a sedere avranno distanziamento interpersonale di almeno 1 m.

L’utilizzo della mascherina sarà dipendente dalle disposizioni delle autorità e, in ogni caso obbligatoria in caso di impossibilità a mantenere il distanziamento interpersonale di almeno 1 m da persone non conviventi. Negli ambienti assimilabili a “locali al chiuso” (a titolo di esempio gazebi) si prevede ricambio frequente d’aria, obbligo di utilizzo delle mascherine e distanziamento delle sedute adeguato (oltre a quanto già previsto di base).

Le aree di ristorazione si attengono, come specificato in precedenza a quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 Ristorazione e cerimonie.

Le aree di commercio (es. birrifici) si attengono a quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 commercio, nello specifico “commercio al dettaglio su aree pubbliche”.

Piazza Matteotti e De Ferrari

In riferimento a quanto previsto dal piano di sicurezza, si evidenzia che la conformazione dell’area rimanda a quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 Fiere e sagre locali.

Come anticipato viene prevista un’adeguata informazione sulle misure di prevenzione sia mediante l’ausilio di segnaletica, sia attraverso personale addetto allo scopo.

Le presenze in contemporanea, come da piano, sono previste in un numero non superiore alle 500 persone.

Il personale addetto sarà dotato di strumenti per la misurazione della temperatura corporea e potrà, quindi, procedere alla misurazione della stessa, segnalando al personale sanitario eventuali soggetti con temperatura superiore a 37,5°C.

Vengono predisposti dispenser per l’igienizzazione delle mani attraverso gel a base alcolica.

Non sarà possibile prevedere vendita o somministrazione con prodotti a scelta autonoma da parte del cliente; il servizio dovrà essere sempre effettuato da personale incaricato. Le aree che prevedono posti a sedere avranno distanziamento interpersonale di almeno 1 m.

L’utilizzo della mascherina sarà dipendente dalle disposizioni delle autorità e, in ogni caso obbligatoria in caso di impossibilità a mantenere il distanziamento interpersonale di almeno 1 m da persone non conviventi.

Negli ambienti assimilabili a “locali al chiuso” (a titolo di esempio gazebi) si prevede ricambio frequente d’aria, obbligo di utilizzo delle mascherine e distanziamento delle sedute adeguato (oltre a quanto già previsto di base).

Le aree di ristorazione si attengono, come specificato in precedenza a quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 Ristorazione e cerimonie.

Le aree di commercio (es. birrifici) si attengono a quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 commercio, nello specifico “commercio al dettaglio su aree pubbliche”.

Piazza della Vittoria

In riferimento a quanto previsto dal piano di sicurezza, si evidenzia che la conformazione dell’area rimanda a quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 Fiere e sagre locali.

Come anticipato viene prevista una adeguata informazione sulle misure di prevenzione sia mediante l’ausilio di segnaletica, sia attraverso personale addetto allo scopo.

Le presenze in contemporanea, come da piano, sono previste in un numero non superiore alle 500 persone.

Il personale addetto sarà dotato di strumenti per la misurazione della temperatura corporea e potrà, quindi, procedere alla misurazione della stessa, segnalando al personale sanitario eventuali soggetti con temperatura superiore a 37,5°C.

Vengono predisposti dispenser per l’igienizzazione delle mani attraverso gel a base alcolica.

Non sarà possibile prevedere vendita o somministrazione con prodotti a scelta autonoma da parte del cliente; il servizio dovrà essere sempre effettuato da personale incaricato. Le aree che prevedono posti a sedere avranno distanziamento interpersonale di almeno 1 m.

L’utilizzo della mascherina sarà dipendente dalle disposizioni delle autorità e, in ogni caso obbligatoria in caso di impossibilità a mantenere il distanziamento interpersonale di almeno 1 m da persone non conviventi.

Negli ambienti assimilabili a “locali al chiuso” (a titolo di esempio gazebi) si prevede ricambio frequente d’aria, obbligo di utilizzo delle mascherine e distanziamento delle sedute adeguato (oltre a quanto già previsto di base).

Le aree di ristorazione si attengono, come specificato in precedenza a quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 Ristorazione e cerimonie.

Le aree di commercio si attengono a quanto previsto dalle Linee Guida del 28 maggio 2021 commercio, nello specifico “commercio al dettaglio su aree pubbliche”.

In virtù della specifica conformazione dell’area di svolgimento dell’evento, vengono previste misure specifiche quali:
  • ingresso e uscita dall’area separate e presidiate da personale addetto
  • controllo della temperatura corporea in ingresso (con divieto di accesso in caso di temperatura superiore ai 37,5°C)
  • obbligo di utilizzo della mascherina in caso di impossibilità a mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 m.