Che pesci prendere? Gli imperdibili di Slow Fish dal 23 al 29 giugno

21 Giugno 2021

Stiamo per approdare a Genova, pesciolini! Ecco tuttavia il nostro calendario di appuntamenti digitali, e diffusi in tutta la Liguria, per chi volesse avere delle gustose anticipazioni sull’appuntamento genovese.

Dai webinar, alle degustazioni fisiche e virtuali, questa settimana non ci facciamo mancare davvero nulla.

Siete pronti? Iniziamo!

23 giugno h. 18:30 – Webinar – Il pesce ai tempi del Covid: città a confronto, Bologna e Venezia

Bologna e Venezia

Dopo il primo appuntamento che ha visto il confronto sulle abitudini alimentari – in fatto di consumi ittici – dei cittadini genovesi e milanesi, torna un nuovo approfondimento sul pesce ai tempi del Covid. Come si sono modificate le abitudini alimentari degli italiani a seguito delle restrizioni imposte da Covid 19? E soprattutto, come sono cambiati i gusti degli italiani a tavola e in cucina con riferimento ai prodotti ittici? Molte le variabili in campo. Al mercato ittico il pescato locale o mediterraneo oscilla fra il 25/30%, mentre il resto è tutto d’importazione. Pesci che arrivano anche da molto lontano, in seguito a un notevole aumento dei consumi che, in Italia, si attesta sui 30 chili pro-capite all’anno. In questo scenario si innestano l’impatto delle chiusure delle attività di ristorazione, che a loro volta hanno avuto ripercussioni sulla pesca locale e su tutto il mercato del fresco, riducendo l’attività costiera in Italia e in Europa; e, d’altra parte, il maggiore successo dei prodotti surgelati/congelati/lavorati provenienti dalla pesca industriale o dall’acquacoltura.

Registrati a questo link per partecipare attivamente all’incontro.

26 e 27 giugno – Tornano i Presìdi aperti in numerose località della Liguria

tonnarella di camogli

È stata una delle iniziative di punta di Terra Madre Salone del Gusto, e ritorna a Slow Fish con tante iniziative dedicate alla scoperta dei produttori di piccola scala in Liguria. Il 26 e il 27 giugno torna Presìdi aperti! In questo weekend i Presìdi Slow Food ti aprono le porte delle aziende agricole e dei laboratori di trasformazione, ti portano tra i campi, gli orti e il mare, dove nascono tanti meravigliosi prodotti. Condividono con te una parte della loro quotidianità e permettendoti di ascoltare i loro racconti, assaggiare i loro prodotti, conoscere da vicino le storie dei custodi della biodiversità.

Clicca qui per saperne di più e scoprire tutti gli appuntamenti!

28 giugno h.18:30 (ma i biglietti si acquistano entro il 22) – In cucina con Slow Food: lo spunciotto di alici fritte a scotadeo

spunciotto di alici

L’ultimo anno ha messo a dura prova tante persone e tanti settori, tra questi uno dei più colpiti è stato quello della ristorazione. Così nasce “In cucina con Slow Food, a lezione coi cuochi dell’Alleanza”, un format che partirà a ottobre del 2021 ma che, in occasione di Slow Fish, ci offre una prima lezione grazie a Pamela Veronese e al suo spunciotto di alici. Con le sue proprietà benefiche, il pesce azzurro è uno dei veri tesori del nostro mare, forse poco diffuso ma molto apprezzato da chi lo conosce; la vera difficoltà sta nel saperlo lavorare e valorizzare. Insieme alla cuoca dell’Alleanza Slow Food Pamela Veronese, del ristorante Osteria Arcadia di Santa Giulia (Rovigo), potrete scoprire come eseguire uno spunciotto di alici fritte, come va di moda in veneto: a scotadeo. Ma non è finita qui… chiacchierando di metodi di pesca che rispettano gli ecosistemi e di come orientarsi nella scelta del pesce, la cuoca vi guida nella preparazione delle linguine con le cosse, così la vostra cena è servita!

Clicca qui entro il 22 giugno per prenotare il tuo posto!

28 giugno h. 18:30 – Il cambiamento climatico nel Mediterraneo

Ph. Borna Bevanda | Unsplash

Il clima sta cambiando – ed è innegabile – ma, se non fosse per mari e oceani che sequestrano circa un quarto della CO2 rilasciata nell’aria, gli effetti di questo cambiamento sarebbero ancora più evidenti. Oltre a fornirci cibo e risorse, mari e oceani sono il nostro principale alleato contro il cambiamento climatico, ma sono anche tra i primi a pagarne il prezzo. Questa capacità di assorbire la CO2 e il calore in eccesso, infatti, non è senza conseguenze, poiché porta da un lato all’acidificazione delle acque, dall’altro a un innalzamento del loro livello. Quali sono gli effetti del cambiamento climatico sul Mediterraneo? Quali cambiamenti sono osservabili in termini di riduzione di biodiversità, arrivo di specie aliene, salute delle acque e degli ecosistemi marini?

E inoltre…

di Silvia Ceriani, info.eventi@slowfood.it