Tag: Rete Slow Fish

Pescatori custodi

Pescatori custodi. A Slow Fish storie di uomini e donne che lavorano con passione nonostante le mille difficoltà. A Slow Fish parliamo di mare bene comune e puntiamo i riflettori su chi tutti i giorni lavora instancabilmente per difenderlo e promuoverlo: il pescatore.

Piccola pesca e grandi innovazioni

Piccola pesca e innovazioni? È possibile. In molti casi pesca di piccola scala e tecnologia hanno già trovato un accordo proficuo o stanno lavorando per farlo. A Slow Fish portiamo alcune esperienze positive a questo riguardo.

Ricette d’autore e scarpe artigianali: quando le specie aliene diventano una risorsa

La problematica delle specie aliene è condivisa da ampia parte della rete Slow Fish, eppure a livello gastronomico e artigianale c'è chi ne fa una risorsa. In Messico, il contenimento del pesce leone rientra in una strategia, che prevede ad esempio la commercializzazione della sua carne, la produzione artigianale di gioielli e suppellettili con le sue pinne, tornei di pesca ed eventi gastronomici.

Il mare è la nostra madre – L’adattamento a ecosistemi mutevoli

«Il mare è la nostra madre. Ci dona amore puro senza alcuna aspettativa di qualcosa in cambio. Ci nutre continuamente, anche se la maltrattiamo. Dobbiamo mostrarle più rispetto». Il nostro ospite oggi è Mehmet Can Görgün, un pescatore turco che lavora nel Golfo di Gökova, sul Mar Egeo, da oltre 40 anni. Focus della chiacchierata, la necessità di adattamento agli ecosistemi mutevoli.

Guide Slow Fish – La Slow Fish Arena: il programma

La Slow Fish Arena è il cuore di Slow Fish 2019. È qui che i pescatori, i cuochi, i ricercatori e gli esperti della rete internazionale di Slow Fish, ma anche i giovani, gli indigeni, i migranti delle altre reti Slow Food, e le aziende italiane più innovative, presentano le loro buone pratiche: piccoli gesti e grandi progetti che possiamo mettere in pratica ogni giorno per accrescere la nostra consapevolezza e tutelare il mare bene comune.